Modifiche a partire dal 1° luglio 2021

Modifiche a partire dal 1° luglio 2021

Siamo lieti di informarvi qui di seguito in merito alle modifiche e alle novità previste:

  • Congedo di assistenza per i genitori con figli che hanno gravi problemi di salute

    A partire dall'01.07.2021, i genitori che assistono il figlio con gravi problemi di salute e che devono interrompere la loro attività lucrativa per questo motivo beneficiano di un congedo di assistenza di 14 settimane. Durante il congedo di assistenza viene versata un’indennità di assistenza finanziata mediante l’indennità per perdita di guadagno (IPG). Tale congedo dovrà essere preso entro 18 mesi, in una sola volta o in singoli giorni. Le indennità giornaliere ammontano all’80% del reddito medio dell'attività lucrativa conseguito prima del diritto all’indennità. 

    Opuscolo Indennità di assistenza

    Richiesta d’indennità di assistenza

  • Indennità di maternità in caso di soggiorno ospedaliero prolungato del neonato

    Dal 1° luglio 2021, le madri il cui figlio deve rimanere in ospedale per almeno due settimane subito dopo il parto hanno diritto più a lungo all’indennità di maternità.

    La legge sulle indennità di perdita di guadagno (LIPG) in vigore sinora prevedeva già che l’inizio del diritto all’indennità di maternità potesse essere differito se un neonato doveva rimanere in ospedale per più di tre settimane immediatamente dopo la nascita. Essa non contemplava però alcuna indennità di maternità per la durata di questo soggiorno ospedaliero e non disciplinava neppure la durata massima del rinvio.
    Con la modifica di legge, la durata del diritto all’indennità di maternità è stata prolungata fino a un massimo di 56 giorni, purché il neonato debba rimanere in ospedale per almeno due settimane subito dopo il parto. Il prolungamento si somma alla durata ordinaria dell’indennità di maternità.

    Opuscolo Indennità di maternità

  • Prestazioni transitorie per i disoccupati anziani

    Le prestazioni transitorie sono destinate alle persone a partire dal 60° anno di età che hanno esaurito il diritto all’assicurazione contro la disoccupazione dopo l’01.01.2021. Queste prestazioni sono tese a migliorare la protezione sociale dei disoccupati prima del pensionamento. Si tratta di prestazioni in funzione del bisogno fortemente orientate al modello delle prestazioni complementari. Pertanto, le casse cantonali AVS del domicilio dell'assicurato sono di competenza per i chiarimenti se quest'ultimo ha diritto ad una prestazione transitorie (eccezioni BS, GE, ZH, vedi opuscolo). Indirizzi delle casse cantonali di compensazione

    Opuscolo Prestazioni transitorie

Contatto

Siamo volentieri a vostra disposizione.
Numeri di contatto
Modulo di contatto

Vi trovate qui: